I pneumatici a basso attrito sono davvero migliori?

Tutti sembrano parlare dei pneumatici a basso attrito e, se leggete ed ascoltate ciò che viene scritto e detto, potreste facilmente avere l’impressione che questa nuova tecnologia sia la risposta a tutti i problemi vigenti (ambientali, di inquinamento, di traffico, di rumore, di costi …).

In questa attività di promozione si dimentica questo: anche un pneumatico a basso attrito è un pneumatico per natura e si comporterà come tale.

Goodyear ha pubblicato un bollettino informativo esauriente ed interessante dal titolo: “Fattori che influenzano il Risparmio di Carburante in un Camion” e i suoi risalutati non sono rilevanti sono per i pneumatici dei camion.
Tale bollettino indica quali fattori influenzano il consumo di carburante in un camion, e in che modi, e dimostra chiaramente quali misure producono realmente degli effetti e perché.
Risultato: 10% di resistenza al rotolamento in meno implica un 3% in meno di consumo di carburante.

Ciò che viene chiaramente affermato, tuttavia, è il fatto che anche i pneumatici a basso attrito sono soggetti alle leggi della Fisica: quando si viaggia con pneumatici con una pressione non corretta, il consumo di carburante aumenta fino a un 5% e la vita del pneumatico viene drasticamente ridotta.
In altre parole: Un pneumatico a basso attrito renderà effettivi i propri vantaggi solo se utilizzato con la pressione appropriata.

Scrive Goodyear: “… La maggior parte dei guadagni nella efficacia del carburante possono essere ottenuti dal battistrada del pneumatico (…). La ricerca dimostra che il battistrada contribuisce a determinare fino a metà della resistenza al rotolamento. È importante mantenere i pneumatici adeguatamente gonfi in modo tale che la resistenza del pneumatico non risulti compromessa. Il risparmio del carburante decresce decisamente quando i pneumatici non hanno una adeguata pressione di gonfiaggio.

Il sottotitolo dell’opuscolo tedesco afferma:  “Perché non tutti i pneumatici sono uguali” …
Se la pressione di un pneumatico non viene monitorata e mantenuta, tutti i pneumatici si comportano allo stesso modo: la resistenza al rotolamento aumenta ed aumentano il consumo di carburante, l’usura del pneumatico, l’inquinamento ambientale, l’emissione di rumori e …; allo stesso tempo, si riduce la sicurezza di guida.

Pertanto, questa è la nostra conclusione: Sì! I pneumatici a basso attrito sono sicuramente migliori… se la pressione dei pneumatici viene impostata correttamente e mantenuta.

E come tutti sappiamo dall’Ingegneria dell’Automazione: Solo un parametro che è conosciuto (ossia misurato/controllato/reso visibile) può essere influenzato significativamente; TireMoni vi indica tutte le pressioni dei vostri pneumatici solamente con uno sguardo.

Un commento su “I pneumatici a basso attrito sono davvero migliori?”

Lascia un commento